Politiche Attive di Lavoro

  • Cosa si intende per Politiche Attive del Lavoro?

    Le Politiche Attive del Lavoro (PAL) sono un insieme di misure ed iniziative introdotte e finanziate dalle istituzioni a livello europeo, nazionale, regionale e locale, che promuovono l'occupazione e l'inserimento lavorativo delle persone. L’obiettivo delle PAL è rendere più efficiente il funzionamento del mercato del lavoro, adeguando le caratteristiche dell’offerta alle richieste della domanda, facilitandone l’incontro e migliorando le possibilità di accesso all’occupazione per le categorie più svantaggiate, ottimizzando l’allocazione delle risorse e del capitale umano.

  • Chi ha accesso alle Politiche Attive del Lavoro?

    I programmi di Politiche Attive del Lavoro (PAL) si rivolgono a cittadini, lavoratori, disoccupati e percettori di misure di sostegno al reddito, che i soggetti accreditati prendono in carico, profilano ed accompagnano in un percorso finalizzato alla ricerca di occupazione, attraverso azioni di orientamento, formazione, riqualificazione e ricollocazione.

    Per accedere alle specifiche misure di politiche attive, il disoccupato e/o il beneficiario di sostegno al reddito deve sottoscrivere, presso un Centro per l’Impiego e/o un Operatore accreditato ai servizi al lavoro (nelle Regioni dove ciò è consentito) la Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) e il Patto di Servizio Personalizzato.

  • Quali sono i servizi di Politica Attiva?
    • Orientamento di base, analisi delle competenze in relazione al mercato del lavoro locale, profilazione e definizione delle azioni di ricerca di lavoro che devono essere compiute dalla persona
    • Aiuto alla ricerca di un'occupazione, anche mediante incontri individuali e/o sessioni di gruppo
    • Orientamento specialistico e individualizzato, che si declina in attività di bilancio di competenze, analisi dei fabbisogni formativi e delle esperienze di lavoro pregresse, in relazione alla domanda di lavoro espressa a livello territoriale
    • Orientamento individualizzato all'autoimpiego
    • Accompagnamento al lavoro
    • Formazione per la qualificazione e riqualificazione professionale
    • Promozione di esperienze formative per l'incremento delle competenze, anche mediante tirocinio
    • Incentivi al lavoro autonomo e tutoraggio durante le fasi successive all'avvio d’impresa 
    • Incentivi alla mobilità territoriale
    • Strumenti per conciliare il lavoro con gli obblighi di cura verso minori o persone non autosufficienti
    • Prestazione di lavoro socialmente utile
  • Quanto costa partecipare ai programmi di Politica Attiva?

    I programmi di Politiche Attive del Lavoro sono finanziati e cofinanziati a livello Nazionale, Regionale ed Europeo. Per questo motivo le persone possono partecipare e beneficiare gratuitamente dei servizi offerti dai programmi PAL.

  • Come funzionano i programmi di Politica Attiva?

    In Italia i programmi di Politiche Attive del Lavoro ed i servizi del lavoro sono coordinati dall'ANPAL (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro) e sono gestiti a livello locale dalle Regioni e Province Autonome tramite la rete pubblico-privata dei soggetti accreditati, di cui fa parte MAXIMUS, che eroga i servizi.  

Cosa fa MAXIMUS?

MAXIMUS aiuta i candidati a sviluppare le competenze necessarie a crescere professionalmente e trovare il lavoro giusto. In Italia MAXIMUS, in qualità di ente accreditato regionalmente ai servizi al lavoro, è attivo in

  • Lombardia
    • Garanzia Giovani è un programma gratuito indirizzato ai residenti in Italia dai 16 ai 29 anni, che non studiano e non lavorano.
    • Dote Unica Lavoro è indirizzato ai disoccupati residenti o domiciliati in Lombardia, che hanno compiuto 30 anni. 

    Entrambi i programmi hanno lo scopo di aiutare le persone ad entrare o a rientrare nel mondo del lavoro e sono realizzati nell’ambito delle iniziative promosse dal Programma Operativo Regionale cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo.

  • Emilia-Romagna
    • Garanzia Giovani è un programma gratuito indirizzato ai residenti in Italia dai 16 ai 29 anni, che non studiano e non lavorano.
    • La Rete Attiva per il Lavoro è un programma gratuito per agevolare l’inserimento nel mercato del lavoro di disoccupati residenti o domiciliati in Emilia-Romagna, che non siano beneficiari di prestazioni di sostengo al reddito. Lo scopo del programma è di aumentare le opportunità di lavoro per i candidati in cerca di lavoro e rispondere efficacemente all’ offerta del mercato del lavoro.

    Entrambi programmi sono realizzati nell’ambito delle iniziative promosse dal Programma Operativo Regionale cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo.